martedý 21 aprile 2009
ANALISI DELLE FORME DI ALTERAZIONE E
MANIFESTAZIONI DI DEGRADO
AGGRESSIONE DA INSETTI XILOFAGI
  
Alternative lessicali utilizzabili
Tarlatura (termine improprio)
  
Materiale interessatoLegno
  
Localizzazione
Si presenta in modo esteso sulla trave
  
Caratteristiche ambientaliAmbiente esterno esposto all'azione diretta dei fattori meteorologici e climatici
  
Descrizione fenomenoDegrado biologico del legno che si verifica in ambienti non ventilati e con umidità del legno (= 20% ca.) E/o ambientale elevata (85% ca.). L'aggressione si manifesta con discontinuità rotondeggianti (fori di sfarfallamento) di numero, forma e dimensioni variabili, secondo l'intensità dell'aggressione e delle specie di appartenenza dell'insetto, che determinano una soluzione di continuità dei tessuti in superficie e in profondità (gallerie), diminuendo, di conseguenza, la sezione resistente dell'elemento aggredito.

  
Cause
* Infiltrazioni di acqua in microfessure del supporto (acqua meteorica battente o di ruscellamento più o meno acida ecc.);
* migrazioni di acqua/umidità nel supporto (umidità di condensazione, umidità di risalita capillare dal terreno, umidità accidentale causata da fuoriuscite da gronde e pluviali difettosi ecc.):
* attacco fungino dovuto al distacco e la perdita della vernice protettiva;
* esposizione prolungata agli agenti atmosferici (vento, pioggia, nebbia ecc.).
  
Descrizione sintetica della procedura di intervento * Controllo dello stato di conservazione delle strutture, mediante indagini acustiche, visive ed eventualmente strumentali;
* accurata pulizia delle parti lignee, ottenuta mediante spazzolatura, e raschiatura delle fibre esposte e corrose;
* trattamento delle parti lignee con sostanza biocida per le disinfestazioni e le prevenzioni da muffe e insetti. L'intervento viene eseguito per impregnazione a rullo, pennello o mediante spruzzo, con una profondità di penetrazione proporzionale alla capacità di assorbimento;
* in presenza di degrado profondo, per distruggere le larve di insetti annidati all'interno del legno, si consiglia un intervento di iniezione pilotata di un prodotto curativo specifico. Si praticano nel legno perforazioni del diametro di 3-4 mm, in numero di 4-6 a mq, attraverso le quali il prodotto è iniettato, sotto pressione variabile in funzione delle condizioni del legno, a profondità sempre maggiore (fino a 10 cm).
  
Note e riferimenti bibliografici
Fori circolari con diametro da 1 a 3 mm indicano, di norma un attacco da parte di piccoli insetti della famiglia degli Anobidi comunemente denominati "tarli" che, di norma infestano il legno di conifera e quello di latifoglia scavando un fitto intreccio di gallerie. Fori ovali con diametro da 5 a 10 mm segnalano un attacco da parte di grossi coleotteri, cerabicidi comunemente noti come "capricorni"; di norma infesta il legno di conifera e l'attacco si circoscrive all'alburno anche se negli abeti le gallerie possono interessare tutta la sezione della trave. Cfr. F. AUGELLI, Le alterazioni e le manifestazioni macroscopiche del degrado dei materiali lignei: lessico, in "Tema", n. 4, 1995, pp. 35-39; A . GAMBETTA, Degrado biologico da funghi ed insetti, p.112-113. 

 

(Tratto da: IL DEGRADO DEI MATERIALI NELL'EDILIZIA - Cause e valutazione delle patologie - DEI Tipografia del Genio civile - Riproduzione riservata)

 


Ponteweb consiglia


 

IL DEGRADO DEI MATERIALI NELL'EDILIZIA Cause e valutazione delle patologie

IL DEGRADO DEI MATERIALI NELL'EDILIZIA

Cause e valutazione delle patologie

Autore: S. Franceschi - L. Germani  
Prezzo:  € 39,0 
Acquisto on-line: € 33,15
ISBN: 884961821
Edizione: 1 / 2007
Pagine: 200

 

 

 
< Prec.   Pros. >