venerdý 26 giugno 2015

pontewe_sicurezza_cantiere9.jpg26/06/2015 - IN CANTIERE ANCHE SENZA TESSERA DI RICONOSCIMENTO
Approvato dal Consiglio dei Ministri la bozza di Decreto attuativo del Jobs Act che prevede l’alleggerimento delle sanzioni contro il lavoro nero e le semplificazione degli adempimenti in materia di sicurezza sul lavoro


Eliminato l’obbligo di munire il personale occupato di apposita tessera di riconoscimento corredata di fotografia con le generalità e l’indicazione del datore di lavoro.

Con il decreto sono stati introdotti degli importi sanzionatori per fasce e non più legati alla singola giornata di lavoro irregolare; non sono più previste, pertanto, la maxisanzione e la sospensione delle attività per le imprese scoperte ad impiegare lavoratori in nero.


In caso di irregolarità, le violazioni accertate potranno essere sanate a condizione che il personale precedentemente irregolare venga mantenuto al lavoro.


Con riferimento alla sicurezza sul lavoro, il decreto prevede che l’Inail metta a disposizione al datore di lavoro strumenti tecnici e specialistici per la riduzione dei livelli di rischio.

L’Istituto attiverà sul proprio sito web un servizio che migliorerà l’acquisizione delle informazioni necessarie per il calcolo del premio assicurativo.

Spetterà all’Inail e non al datore di lavoro anche l’invio all’autorità di pubblica sicurezza delle informazioni relative alle denunce di infortunio mortali o con prognosi superiore a trenta giorni.

Non ci sarà più l’obbligo di tenuta del registro infortuni. La misura anticipa l’istituzione del Sistema informativo nazionale per la prevenzione nei luoghi di lavoro (SINP).


Bozza decreto  (.pdf)

 
< Prec.   Pros. >