mercoledý 26 agosto 2015

cantiere3.jpg26/08/2015 - BOLZANO - APPALTI PUBBLICI: IN VIGORE LE NUOVE SEMPLIFICAZIONI PER I COMUNI
Pubblicate domani sul Bollettino ufficiale della Regione, entrano in vigore mercoledì 5 agosto due nuove disposizioni in materia di appalti pubblici: per acquisti di beni e servizi di entità contenuta i Comuni non devono servirsi di un’Agenzia centrale, come invece nel resto d’Italia, e inoltre per quelli fino a 40 mila euro non è necessario un incarico per via telematica.

In attesa della nuova legge provinciale sugli appalti, prevista per l'autunno, era necessario emanare sollecitamente alcune importanti disposizioni a favore di Comuni e imprese, cosa che il Consiglio provinciale ha fatto a metà luglio su proposta del presidente della Giunta Arno Kompatscher.

La nuova norma è stata pubblicata sul BUR ed è entrata in vigore il 5 agosto.

I Comuni, escluso il capoluogo, potranno acquisire autonomamente beni e servizi di valore inferiore a 207mila euro e lavori di valore inferiore a un milione di euro utilizzando gli strumenti elettronici di acquisto.

"Una norma non solo nel senso del principio di sussidiarietà, ma che evita lungaggini nell'iter di appalto", osserva Kompatscher.
La nuova disposizione stabilisce inoltre che nelle acquisizioni di beni, servizi e lavori fino a 40mila euro, per Provincia, Comuni, comunità comprensoriali e consorzi di bonifica non sarà obbligatorio seguire la procedura telematica di assegnazione. "Il limite era finora di 1500 euro", fa notare il Presidente.

Nel Bollettino delle Regione sono inoltre pubblicati il decreto sul regolamento in materia di inconferibilità e incompatibilità nella Provincia e negli enti pubblici e privati controllati dalla Provincia nonchè il decreto sulla formazione specifica in medicina generale e sulla formazione medica specialistica. Entrambi entrano in viogre mercoledì 5. La nuova legge provinciale di promozione della cultura, invece, approvata dal Consiglio a luglio, necessita della notifica dell'UE prima della pubblicazione.
(Fonte: provincia autonoma di Bolzano)

 
Pros. >