giovedý 29 ottobre 2015

palazzochigi.jpg29/10/2015 - AREE URBANE DEGRADATE: PUBBLICATO IL BANDO PER LA RIQUALIFICAZIONE
Risorse ai Comuni italiani per interventi per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate. E' stato infatti  pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 249 del 26 ottobre 2015 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 15 ottobre 2015 recante "Interventi per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate".

Al Decreto, di cui il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio è proponente, è allegato il bando per la presentazione di proposte per la predisposizione del "Piano nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate" in attuazione dell'articolo 1, commi 431, 432, 433 e 434 della legge 23 dicembre 2014, n. 190

Il bando stabilisce le modalità per la presentazione, da parte dei Comuni, di progetti di riqualificazione che potranno riguardare sia la riqualificazione urbanistica sia la riqualificazione socio culturale di aree urbane particolarmente difficili.

La dotazione del Fondo per l'attuazione  del  Piano  nazionale e' di euro 44.138.500,00 per il 2015 e  di  euro  75.000.000,00 per  ciascuno  degli  anni  2016  e  2017,   per   complessivi   euro 194.138.500,00.

Sono  ammessi  a  presentare  i   progetti   e   domanda   di finanziamento, entro il 30 novembre 2015, i Comuni  che  abbiano  nel loro territorio la presenza di aree urbane degradate.

Sul sito istituzionale dell'ANCI sono pubblicate le Faq sul bando unitamente ai dati statistici di tutti i comuni e ad un foglio excel che permette di calcolare l'indice di disagio sociale e l'indice di disagio edilizio.

Le domande devono essere inviate entro il termine perentorio del 30 novembre 2015 alla Presidenza del Consiglio dei Ministri- Dipartimento per le pari opportunità a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo .

Clicca qui per visualizzare il bando.

 
< Prec.   Pros. >