VolteIl recupero delle volte
Materiali per il Recupero: rintracciare gli elementi originari ed operare scelte più coerenti
 
Nel tessuto edilizio compatto dei borghi, la ripartizione orizzontale tra il piano terra ed il primo avviene con l’impiego di volte realizzate, in antico, utilizzando la pietra e, in epoca relativamente recente, mediante l’uso del laterizio.

Le volte degli edifici più antichi sono formate con pietrame appena sbozzato ai cui pezzi è conferita la sagoma approssimativa di un cuneo per favorire la disposizione a raggiera nell’arco generatore.

I conci così disposti sono legati da abbondante malta dalla notevole capacità coesiva, per compensare soprattutto le irregolarità dei pezzi.
 
Confrontando le sezioni delle volte in pietra grossolanamente sbozzata con quelle delle volte in laterizio, è evidente la maggiore dimensione degli spessori nelle prime, dovuta alla minore qualità del materiale che ne impone un impiego in quantità superiore.  
 
In alcuni casi la volta, sempre con profilo a botte, è scavata direttamente, tutta o in parte, nel masso roccioso.
 
Volte a vela in laterizio con mattoni posati in foglio realizzano piccoli gioielli della maestria artigiana che, reiterando un modulo di piccole dimensioni, si adattano alle geometrie irregolari di vani e “sporti”.
 
Spesso sono innestate, attraverso robusti archi, a volte cilindriche come nel caso della volta rilevata nella “casa dell’Arte della Lana” nel centro storico di Castel del Monte: gli archi sono formati da coppie di mattoni posti di testa alternate a coppie di mattoni o a mattoni singoli posti in coltello, con il piano d’imposta direttamente sul masso roccioso.
 
 Le volte particolari costruttivi
I rinfianchi di volte e archi sono realizzati da materiale diverso per dimensioni e peso specifico.
 
Il concio in chiave degli archi è eseguito affiancando 5 o talvolta 7 mattoni posti a raggiera.
 
Nelle volte a vela, in corrispondenza dei vani di passaggio, vengono realizzate delle lunette, raffinati espedienti che alleggeriscono il peso sull’apertura liberando la parete.
 
Esse sono impostate direttamente sul muro senza l’ausilio di peducci e all’intersezione con la superficie della volta i mattoni, sempre posati in foglio, sono sbozzati con una geometria variabile per adattarsi al profilo che si va generando.
 
Negli esempi rilevati si ravvisa l’esiguo spessore della malta, indice di capacità tecnica che consente la precisa posa in opera degli elementi laterizi i quali sono tagliati e sbozzati con gesto sicuro.
 
A Castel del Monte esemplari di volta a crociera sono rintracciabili in molti edifici del centro storico: in pietra le più piccole e più antiche, in mattoni in foglio quelle degli ambienti più ampi di edifici di maggior pregio, impostate su semplici peducci rettangolari e con le unghie intonacate e decorate.
 
Anche nelle “pesola” (stalle), ubicate appena all’esterno del centro storico, ma un tempo ad esso funzionali, si ravvisa la presenza di volte a crociera impostate su corti pilastrini in pietra addossati al muro e archi molto ribassati.
 
 (Immagine tratta da Manuale del Recupero di Castel del Monte, DEI Tipografia del Genio civile )
 
 
In tempi remoti nei paesi poveri dell’Appennino centro-meridionale la formazione della volta a botte seguiva un procedimento ormai lonta no dalle cognizioni tecnologiche premoderne e moderne.
 
I muri del vano venivano elevati fino al piano d’imposta ed il vano stesso riempito di terra fino alla presunta chiave della costruenda volta.
 
Foto A - Lunetta della volta a velaIl passaggio successivo consisteva nel dare forma curva all’estradosso del cumulo di terra e nella disposizione ordinata dei conci che avrebbero costituito la volta vera e propria.
 
All’avvenuto indurimento della malta seguiva lo sterramento dell’interno del vano.
 
La disponibilità di legname in tempi recenti ha permesso ai mastri muratori di creare sagome con funzione di guida nell’edificazione di archi e volte.
 
Ciò ha consentito di avere ben chiara la geometria del vano da voltare.
 
 
Foto B - Volta a botte ribassata
 Le centine, così vengono definite tali sagome, sono realizzate per le misure delle corde massime degli archi e, quindi, poggiate al piano d’imposta.
 
Costituiti da settori di arco, puntoni e montanti, spesso fungono da armatura per sostenere momentaneamente la struttura dell’edificio nei casi più impegnativi.
 
I pezzi possono essere semplicemente accostati o, addirittura, incastrati l’uno con l’altro impiegando piattine metalliche di rinforzo.

 
 
 
OPERAZIONI DI RECUPERO DI UNA VOLTA
Formazione di una controvolta in cemento armato per l’aumento della sezione resistente in una struttura voltata da recuperare.
 
Sinteticamente l’intervento che prevede la formazione di una controvolta estradossale in cemento armato permette di preservare la volta esistente e, nel caso di una struttura originaria poco dissestata, nella fase di calcolo si può tenere in considerazione la resistenza residua dell’antica struttura al fine di minimizzare lo spessore della soletta armata.
 
Nella fase esecutiva, previo adeguato puntellamento della struttura, si procede alla rimozione del materiale che costituisce il riempimento, prestando particolare attenzione a non innescare fenomeni perturbativi nella volta esistente.
 
La superficie di quest’ultima, messa così a nudo, va accuratamente pulita.
 
Si preparano i fori per la formazione di iniezioni armate di collegamento al cordolo perimetrale e dei connettori tra la controvolta e la struttura esistente.
 

 
Disegno della controvolta di Pietro CaravaggioPosata la rete elettrosaldata e formata l’armatura per il cordolo, si procede al getto di calcestruzzo.
 
Le operazioni conclusive prevedono il riempimento da eseguire con calcestruzzo e argilla espansa per l’alleggerimento, la formazione di uno strato di allettamento in malta di calce e la conclusiva posa degli elementi costituenti la pavimentazione.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
(Alejandra Meda e Pietro Caravaggio*)

-------------------------
* Architetti, liberi professionisti, svolgono attività di progettazione architettonica e urbanistica accanto ad una costante attività di ricerca sui temi del recupero architettonico e del paesaggio, con particolare approfondimento degli aspetti storici e ambientali.
 
 
 
 
QUANTO COSTA IL  RECUPERO
Il prospetto che segue individua i costi che il proprietario di un immobile si troverebbe ad affrontare qualora fosse nella necessità di intervenire su una volta.
I Prezzi e i costi per le operazioni indicate sono tratti dal Prezzario Prezzi Informativi dell’edilizia – Materiali e Opere compiute: RECUPERO  RISTRUTTURAZIONE MANUTENZIONE Ottobre 2008,  edito da Dei Tipografia del Genio Civile

CAPA9OC CONSOLIDAMENTO DELLE STRUTTURE VOLTATE    
A95074 Consolidamento di struttura muraria voltata, a botte o a padiglione, in muratura di mattoni o pietra, mediante riparazione delle lesioni presenti sull'estradosso con iniezioni di malte idrauliche, stesa di rete, modellata sul profilo della volta, getto di calcestruzzo. Intervento realizzato attraverso la seguente sequenza di operazioni da svolgersi secondo le necessità del lavoro:    
A95074a rimozione dei materiali di riempimento dei rinfianchi delle volte effettuata con particolare cautela comprese la movimentazione del materiale negli ambienti in oggetto e l'evidenziazione delle lesioni presenti sull'estradosso della volta tramite accurata pulizia della superficie dello stesso mc 85,53
A95074b scarnitura delle lesioni con completa rimozione dei detriti ivi presenti m 8,71
A95074c sigillatura delle lesioni con malta idraulica m 15,99
A95074d rigenerazione delle malte degradate mediante esecuzione di fori e successiva introduzione di malta idraulica premiscelata composta da leganti idraulici ad alta resistenza meccanica e a basso contenuto di sali solubili, quarzi finissimi, pozzolana, additivi fluidificanti, ritentivi ed aeranti, iniettata in tubetti portagomma opportunamente inseriti. Valutata a foro di iniezione cad 10,97
A95074e perforazioni con trapano elettrico di volte in muratura di mattoni per inserimento di barre, tiranti metallici e simili, compreso ogni onere e magistero di approntamento del macchinario (alternativa alla voce f) m 52,24
A95074f perforazioni con trapano elettrico di volte in pietrame per inserimento di barre, tiranti metallici e simili, compreso ogni onere e magistero di approntamento del macchinario (alternativa alla voce e) m 58,77
A95074g barre di acciaio alettato o ritorto ad aderenza migliorata, con carico di snervamento di 50 kg/mmq, fornite in opera nelle predisposte sedi per ancoraggio della sovrastruttura (rete elettrosaldata più getto di calcestruzzo), compreso lo sfrido e il taglio a misura per qualsiasi diametro delle barre con esclusione delle eventuali iniezioni di resina necessarie al loro collegamento (alternativa alla voce h) kg 3,7
A95074h connessione in polimero fibro rinforzato per il collegamento delle reti ed angolari in polimero fibro rinforzato al supporto, sezione del braccio 10 x 5 mm, lunghezza media 20 cm, fornita in opera nelle predisposte sedi per ancoraggio della sovrastruttura (rete in polimero fibro rinforzato più getto di calcestruzzo), compreso lo sfrido, con esclusione delle eventuali iniezioni di resina necessarie al collegamento (alternativa alla voce g) cad 1,6
A95074i collegamento delle barre di acciaio e delle connessioni in fibre di vetro alcalino resistenti alle strutture voltate mediante iniezioni di malta cementizia espansiva premiscelata, valutato a foro di iniezione per una lunghezza massima di 15 cm cad 9,32
A95074j fornitura in opera di rete in polimero fibro rinforzato, costituita da fibra di vetro alcalino resistente, impregnata con resina termoindurente epossidico-vinilestere, resistenza del nodo 50 daN, maglia 66 x 66 mm, resistenza a trazione minima 10.000 daN/m, fornita in rotoli di altezza 2 m, lavorata, tagliata a misura e posta in opera a regola d'arte, compreso ogni sfrido, legatura, ecc (alternativa alle voci k, l) mq 9,04
A95074k fornitura in opera di rete in acciaio elettrosaldata a maglia quadra di qualsiasi dimensione, lavorata, tagliata a misura e posta in opera a regola d'arte seguendo il profilo della volta, compreso ogni sfrido, legature alle barre ancorate alla volta, distanziatori, ecc. (alternativa alla voce l) kg 2,15
A95074l fornitura in opera di rete in acciaio inossidabile elettrosaldata, AISI 304l o AISI 316l, Fe B 44 K, a maglia quadra di qualsiasi dimensione, lavorata, tagliata a misura e posta in opera a regola d'arte seguendo il profilo della volta, compreso ogni sfrido, legature alle barre ancorate alla volta, distanziatori, ecc. (alternativa alla voce k) kg 11,43
A95074m getto, in corrispondenza dei rinfianchi della volta, fino al terzo medio, di conglomerato cementizio a base di argilla espansa eseguito con 250 kg di cemento 32.5 e 1 mc di argilla espansa mc 300,06
A95074n conglomerato cementizio, eseguito con kg 300 di cemento 32.5, 0,4 mc di sabbia e 0,8 mc di ghiaietto, per formazione di soletta con rivestimento della rete elettrosaldata mc 300,21
CAPA9OC Formazione del piano orizzontale di posa dei pavimenti sovrastanti le volte a seguito degli interventi di riduzione dei carichi applicati (rimozione delle preesistenti masse di riempimento):    
A95075 realizzazione delle quote di posa dei pavimenti sovrastanti le volte attraverso un getto di riempimento in calcestruzzo alleggerito con sovrastante massetto in calcestruzzo a dosaggio armato con rete ancorata ai muri portanti. Intervento realizzato attraverso la seguente sequenza di operazioni da svolgersi secondo le necessità del lavoro:    
A95075a getto di riempimento, fino al livello della chiave di volta, realizzato con conglomerato cementizio a base di argilla espansa formato da 250 kg di cemento 32.5 e 1 mc di argilla espansa mc 300,06
A95075b perforazioni con trapano elettrico di murature portanti in mattoni per inserimento di barre, tiranti metallici e simili, compreso ogni onere e magistero di approntamento del macchinario m 52,24
A95075c barre di acciaio alettato o ritorto ad aderenza migliorata, con carico di snervamento di 50 kg/mmq, fornite in opera nelle predisposte sedi per ancoraggio della rete elettrosaldata, compreso lo sfrido e il taglio a misura per qualsiasi diametro delle barre con esclusione delle eventuali iniezioni di resina necessarie al loro collegamento (alternativa alla voce d) kg 3,7
A95075d connessione in polimero fibro rinforzato per il collegamento delle reti ed angolari in polimero fibro rinforzato al supporto, sezione del braccio 10 x 5 mm, lunghezza media 20 cm, fornita in opera nelle predisposte sedi per ancoraggio della sovrastruttura (rete in polimero fibro rinforzato più getto di calcestruzzo), compreso lo sfrido, con esclusione delle eventuali iniezioni di resina necessarie al collegamento (alternativa alla voce c) cad 1,6
A95075e collegamento delle barre di acciaio alle strutture murarie mediante iniezioni di malta cementizia espansiva premiscelata, valutato a foro di iniezione per una lunghezza massima di 15 cm cad 9,32
A95075f fornitura in opera di rete in polimero fibro rinforzato, costituita da fibra di vetro alcalino resistente, impregnata con resina termoindurente epossidico-vinilestere, resistenza del nodo 50 daN, maglia 66 x 66 mm, resistenza a trazione minima 10.000 daN/m, fornita in rotoli di altezza 2 m, lavorata, tagliata a misura e posta in opera a regola d'arte, compreso ogni sfrido, legatura, ecc (alternativa alla voce g) mq 9,04
A95075g fornitura in opera di rete in acciaio elettrosaldata a maglia quadra di qualsiasi dimensione, lavorata e tagliata a misura, posta in opera a regola d'arte, compreso ogni sfrido, legature alle barre ancorate alla muratura, distanziatori, ecc. kg 1,95
A95075h conglomerato cementizio, eseguito con kg 300 di cemento 32.5, 0,4 mc di sabbia e 0,8 mc di ghiaietto, per formazione di soletta, spessore massimo 8 ÷ 10 cm, con rivestimento della rete elettrosaldata mc 300,21
A95076 realizzazione di muretti di sostegno (frenelli) del piano di posa, posti sull'estradosso della volta ortogonalmente alle generatrici e successiva realizzazione del piano di posa:    
A95076a in mattoni pieni posti con spessore ad una testa (alternativa alla voce b) mq 61,23
A95076b in mattoni forati posti in foglio (alternativa alla voce a) mq 39,28
A95076c piano di posa in tavelloni forati, spessore 6 cm, forniti e posti in opera sui predisposti frenelli inclusa la formazione della soletta superiore in calcestruzzo, spessore 6 cm, con interposta rete elettrosaldata (alternativa alla voce d) mq 37,18
A95076d piano di posa in lamiera di acciaio zincata e grecata con bordi ad incastro speciale di altezza pari a 5 cm, spessore 8/10, fornito e posto in opera sui predisposti frenelli compresi agganci, saldature, tagli a misura, sfridi, spezzoni di tondino a cavallo delle testate, getto di conglomerato cementizio per riempitura e sovrastante soletta di 4 cm con interposta rete elettrosaldata (alternativa alla voce c) mq 62,56



Ponteweb.com consiglia
 Manuale del recupero di Genova antica  

Manuale del recupero di Genova antica

Nel CD Rom tutte le tavole contenute nel volume

 

  Autore:  V. G. Galliani - G. Mor  
Prezzo:  € 69,00 
Acquisto on-line: € 58,65
ISBN: 8849617410
Edizione: 1 / 2006
Pagine: 484

     
 Manuale del recupero dei centri storici della Marmilla del Sarcidano dell'Arci e del Grighine   Manuale del recupero dei centri storici della Marmilla del Sarcidano dell'Arci e del Grighine
  Autore:  C. Atzeni - M. Manias  
Prezzo:  € 49,00 
Acquisto on-line: € 41,65
Disponibilità: Esaurito
ISBN: 884961771
Edizione: 1 / 2006
Pagine: 332

     
 Manuale del recupero del Comune di Roma   Manuale del recupero del Comune di Roma   Autore:   Comune di Roma    
Prezzo:  € 44,00 
Acquisto on-line: € 37,40
ISBN: 887722552
Edizione: 1 / 1998
Pagine: 336

     
 Manuale del recupero della Regione Abruzzo. voll. 1 e 2  

Manuale del recupero della Regione Abruzzo. voll. 1 e 2

Vol. 1: Edilizia, Pavimentazioni, Arredi per interni e esterni
Vol. 2: Serramenti, Infissi e Opere in ferro
 

  Autore:  S. Ranellucci    
Prezzo:  € 99,00 
Acquisto on-line: € 84,15
ISBN: 884960981
Edizione: 1 / 2004
Pagine: 898
Volumi: 2
     
 Manuale del recupero di Castel del Monte   Manuale del recupero di Castel del Monte   Autore:  P. Caravaggio - A. Meda  
Prezzo:  € 29,00 
Acquisto on-line: € 24,65
Disponibilità: Immediata
ISBN: 884961341
Edizione: 1 / 2004
Pagine: 248

     
 Manuale del recupero di Città di Castello   Manuale del recupero di Città di Castello   Autore:   Comune di Città di Castello    
Prezzo:  € 42,00 
Acquisto on-line: € 35,70
ISBN: 887722577
Edizione: 1 / 1998
Pagine: 240

     
 Manuale del recupero urbano della città di Jesi   Manuale del recupero urbano della città di Jesi   Autore:  M. Agostinelli - P. Diotallevi - M. M. Scoccianti
Prezzo:  € 29,00 
Acquisto on-line: € 24,65
ISBN: 884960811
Edizione: 1 / 2002
Pagine: 448

     
  Trattato sul consolidamento e restauro degli edifici in muratura   Trattato sul consolidamento e restauro degli edifici in muratura - vol. 1 E 2   Autore:  M. Mariani    
Prezzo:  € 180,00 
Acquisto on-line: € 153,00
ISBN: 884961751
Edizione: 1 / 2006
Pagine: 905
Volumi: 2
     
 RESTAURO DEI DIPINTI MURALI, SU TAVOLA, SU TELA  

Restauro dei dipinti murali, su tavola, su tela

Linee guida per la redazione dei Capitolati Speciali

  Autore:   Istituto Centrale per il Restauro -  Opificio delle Pietre Dure  
Prezzo:  € 39,0 
Acquisto on-line: € 33,15
ISBN: 884962561
Edizione: 1 / 2007
Pagine: 300

     
 MANUALE OPERATIVO PER IL RESTAURO ARCHITETTONICO - Metodologie di intervento per il restauro e la conservazione del patrimonio storico  

MANUALE OPERATIVO PER IL RESTAURO ARCHITETTONICO

Metodologie di intervento per il restauro e la conservazione del patrimonio storico

  Autore:  S. Franceschi - L. Germani  
Prezzo:  € 59,00 
Acquisto on-line: € 50,15
ISBN: 884960993
Edizione: 3 / 2007
Pagine: 584
     
 LINEE GUIDA PER IL RECUPERO ARCHITETTONICO   LINEE GUIDA PER IL RECUPERO ARCHITETTONICO   Autore:  S. Franceschi - L. Germani  
Prezzo:  € 49,00 
Acquisto on-line: € 41,65
ISBN: 884961391
Edizione: 1 / 2004
Pagine: 380
     
     
 
< Prec.   Pros. >